.. .. .. ..

Edilizia · Pianificazione

Links
Edilizia privata
Collaudo canalizzazione privata

PROCEDURA

La richiesta di collaudo della canalizzazione privata va inoltrata, tramite formulario, all'Ufficio tecnico.


DISPOSIZIONI

  • Prima del reinterro delle canalizzazioni e della messa in esercizio degli impianti deve essere richiesto al Municipio il collaudo degli stessi.
    Nel caso in cui, l’impresa esecutrice dell’allacciamento alla canalizzazione pubblica procedesse al riempimento dello scavo prima del controllo da parte dell’incaricato del Comune o del Consorzio depurazione acque del Pian Scairolo (CDAPS), potrà esserne richiesta la riapertura o la verifica dell’allacciamento tramite l’ispezione televisiva. Le spese che ne derivano sono a carico dell’impresa.
  • Al momento del collaudo il proprietario o il suo rappresentante legale deve consegnare al Municipio i piani di rilievo conformi all’esecuzione. Solo con la consegna dei piani di rilievo verrà autorizzato il rilascio dell’abitabilità.
  • Con il collaudo dell’opera non viene assunta da parte del Municipio alcuna responsabilità in relazione all’eventuale esecuzione difettosa delle opere o a irregolarità d’esercizio.

BASE LEGALE

Regolamento comunale «Canalizzazioni».

 
..
Controllo tracciamento geometra
Bernasconi e Forrer
Ingegneria e misurazioni SA
Via Generale H. Guisan 16
6932 Breganzona
Visualizza la mappa
T. 091 960 17 50

L'istante della domanda di costruzione, conformente a quanto stabilito dal Regolamento edilizio art. 7 cpv. 5, ha l’obbligo di far controllare dal geometra assuntore il tracciamento del/i fabbricato/i in punto alle linee di PR interessanti il fondo, secondo il progetto approvato, ed a verificare le quote riferite ad un caposaldo ufficiale.
Il controllo del tracciamento va chiesto a spese del richiedente al momento dell’impostazione dei muri del/i cantinato/i e del/i fabbricato/i in elevazione.
Si richiama la legge sulla misurazione ufficiale (LMU) dell'8 novembre 2005 sull'obbligo della conservazione dei segni della misurazione catastale.


PROCEDURA

La richiesta va inoltrata, tramite cartolina, allo studio Bernasconi e Forrer Ingegneria e misurazioni SA di Breganzona.

 
..
Domanda di costruzione
Ufficio tecnico
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 64

Sportello

Lunedì–Venerdì

10.30–12.00

La Domanda di costruzione va inoltrata, tramite formulario, al Municipio, in 5 copie, e deve essere firmata dall'istante, dal proprietario e da un progettista qualificato (art. 4, cpv. 1, Legge edilizia).


INCARTO

L'incarto deve comprendere la seguente documentazione:

  • Formulario domanda di costruzione
  • Formulario caratteristiche dell'edificio
  • Estratto carta nazionale 1:25'000, con l'indicazione dell'ubicazione
  • Piano di situazione rilasciato dal Geometra revisore, con l'indicazione delle coordinate secondo la carta nazionale; art. 10 RLE
  • Piano con le sezioni del terreno naturale rilasciato dal Geometra revisore (Bernasconi e Forrer Ingegneria e misurazioni SA, Breganzona) con indicato: il profilo dell’edificio, dei manufatti esterni e del terreno sistemato, il tutto con relative quote riferite ad un caposaldo
  • Calcolo e schema particolareggiato dei parametri edificatori, SUL, SE, IO, IS
  • Formulario Controllo prescrizioni antincendio cantonali
  • Formulario Isolamento energetico noma SIA 380/1
  • Se del caso Attestato di conformità con le prescrizioni antincendio
  • Se del caso, Progetto tecnico delle canalizzazioni

PIANI DI PROGETTO
I piani di progetto devono essere allestiti in conformità della norma SIA 400:

  • Pianta di ogni piano, con le misure principali (ingombri e distanze) e la destinazione dei vani
  • Altezza parapetti (SIA 358), larghezza scale e corridoi, dimensioni lift, altezze minime dei locali, dimensioni aperture
  • Una o più sezioni per ogni corpo dell'edificio, dove si possano dedurre tutte le altezze necessarie
  • Le demolizioni ed il nuovo vanno evidenziate con i colori convenzionali
  • Disegni delle facciate e quelle degli edifici contigui
  • Piani delle sistemazioni esterne, in particolare posteggi, accessi e relativi raggi di curvatura
  • Progetti per i rifugi secondo le direttive della legislazione speciale

RELAZIONE TECNICA
La relazione tecnica deve contenere:

  • Descrizione dei materiali
  • Volume di scavo e l'ubicazione del deposito del materiale di risulta
  • Numero di posteggi previsto e la loro ubicazione
  • Negli edifici o impianti industriali, artigianali, il numero di persone presumibilmente impiegate
  • Documentazione fotografica per gli interventi che interessano edifici: situati nella zona nucleo, protetti secondo le NAPR
 
..
Domanda di costruzione (Notifica)
Ufficio tecnico
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 64

Sportello

Lunedì–Venerdì

10.30–12.00

Sono soggetti alla procedura della notifica nella zona edificabile i seguenti interventi (articolo 6 RLE):

  • lavori di rinnovazione e di trasformazione, senza modifica sostanziale dell'aspetto esterno o della destinazione e dell'aspetto generale degli edifici o impianti
  • sostituzione dei tetti con modificazioni della carpenteria o del tipo dei materiali di copertura
  • costruzioni accessorie, le costruzioni elementari e le pergole
  • opere di cinta e i muri di sostegno
  • demolizione parziale o totale di edifici
  • costruzione di muri, piscine familiari, strade private, accessi alle strade pubbliche degli enti locali o private aperte al pubblico, posteggi per veicoli per edifici abitativi mono e bifamiliari, in quanto tutte queste opere non ingenerino ripercussioni sostanzialmente nuove sull'uso ammissibile del suolo, sulle opere di urbanizzazione o sull'ambiente
  • allacciamento degli edifici di abitazione alle canalizzazioni
  • deposito di materiali e macchinari
  • scavi e colmate con materiale terroso fino all'altezza di m 1.50 e una superficie di mq 1000
  • apertura di porte, finestre o vetrine, nonché la formazione di balconi senza modifica sostanziale dell'aspetto
  • tinteggio di edifici e impianti

PROCEDURA

La domanda di costruzione (notifica) va inoltrata, in 3 copie, all'Ufficio tecnico. Per lavori di una certa importanza, allegare i seguenti documenti:

  • Piani di progetto
  • Sezioni, facciate
  • Planimetria
  • Schema calcolo indici
  • Relazione tecnica
 
..
Domanda di costruzione (Notifica lavori cimiteriali)
Ufficio tecnico
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 64

Sportello

Lunedì–Venerdì

10.30–12.00

La costruzione o la modifica di una tomba vanno notificati all'Ufficio tecnico. I lavori non possono essere iniziati prima del rilascio dell’autorizzazione da parte del Municipio.


PROCEDURA

La domanda di costruzione (notifica) va inoltrata, in 2 copie, all'Ufficio tecnico. Per lavori di una certa importanza, allegare i seguenti documenti:

  • Piani di progetto
  • Sezioni, facciate
  • Relazione tecnica
 
..
Impianti pubblicitari
Polizia Collina d'Oro
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 58

Sportello

Lunedì / Martedì / Giovedì / Venerdì

10.30–12.00 / 15.00–16.00
Mercoledì
16.00–18.00

Su tutto il territorio comunale, sia pubblico che privato, la posa o la sostituzione di impianti pubblicitari visibili al pubblico, è subordinata all'approvazione da parte delle autorità comunali competenti.


PROCEDURA 
La richiesta della posa o della sostituzione di un impianto pubblicitario, va inoltrata tramite formulario, 15 giorni prima della posa alla Polizia comunale o all'Ufficio tecnico, qualora la richiesta necessiti della procedura di una domanda di costruzione.

 

Allegati da inoltrare

  • Estratto planimetrico
  • Disegno dell’impianto
  • Due fotografie del luogo di esposizione

TASSE

Le tasse applicate dipendono dalla tipologia di insegna, vedi elenco tasse.


INFORMAZIONI

Per ulteriori informazioni e le disposizioni complete, consultare l'Ordinanza municipale.

 
Visualizza la mappa
Istanza inizio lavori
Ufficio tecnico
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 64

Sportello

Lunedì–Venerdì

10.30–12.00


PROCEDURA

La notifica inizio lavori va inoltrata, in 2 copie, all'Ufficio tecnico entro 15 giorni dalla data prevista per l’inizio dei lavori.


DISPOSIZIONI

  • Qualora con il rilascio della licenza edilizia fosse stato concesso l’esonero dalla costruzione del rifugio di PCI e di conseguenza imposto il pagamento di un contributo sostitutivo, il documento comprovante l’avvenuto versamento dovrà essere allegato al presente formulario.
  • Eventuali progetti per i quali sia stato richiesto il differimento (canalizzazioni, posa serbatoio olio combustibi­le, ecc.) dovranno essere approvati 30 giorni prima dell’inizio dei lavori.
  • Entro 5 giorni dall’inizio dei lavori l’impresa di costruzione è tenuta a far sì che sul cantiere venga installata e mantenuta durante tutto il periodo d’esecuzione dei lavori una tavola di dimensioni non inferiori a metri 1 di larghezza e metri 0.5 di altezza, collocata in luogo ben visibile. Tanto la tavola quanto il sistema di sostegno dovranno essere eseguiti con materiali di adeguata resistenza e di decoroso aspetto. La tavola dovrà recare impresse a colori indelebili la ragione sociale dell’impresa esecutrice dei lavori, nonché i dati relativi alla direzione dei lavori. (art. 23 cpv. 3 RLE).
 
Visualizza la mappa
Manomissione pavimentazione aree pubbliche
Ufficio tecnico
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 64

Sportello

Lunedì–Venerdì

10.30–12.00

La manomissione della pavimentazione delle aree pubbliche è soggetta all'autorizzazione da parte dell'Ufficio tecnico.


PROCEDURA

La richiesta va inoltrata, tramite formulario, entro 15 giorni dalla data di inizio dei lavori all'Ufficio tecnico.


TASSA

CHF 100.-


DISPOSIZIONI

Le disposizioni per il ripristino della carreggiata e la posa della segnaletica sono indicate nel formulario.


ESECUZIONE RAPPEZZO

La ditta di pavimentazione prima di eseguire il rappezzo dovrà comunicarlo all’Ufficio tecnico per convenire le modalità per il ripristino di quanto manomesso.

La mancata comunicazione e definizione di come attuare il rappezzo della pavimentazione manomessa, comporterà alla ditta esecutrice il rifacimento di quanto eseguito.

 
..
Prescrizione raccordo collettore comunale

Per l’allacciamento alla canalizzazione pubblica bisogna prestare particolare attenzione all’ermeticità. È pertanto essenziale rispettare tutte le prescrizioni tecniche vigenti richiamate nel documento «Prescrizione raccordo collettore comunale».


ALLACCIAMENTO

Per l’allacciamento alla canalizzazione pubblica bisogna prestare particolare attenzione all’ermeticità. È inoltre essenziale rispettare tutte le prescrizioni tecniche vigenti.

  • Un allacciamento deve essere effettuato con il pezzo speciale (sella), applicato con un angolo di 45° nella direzione di deflusso del collettore principale.
  • Nel caso di raccordo a una canalizzazione con un diametro ≥ 800 mm, oppure in presenza di profili ovoidali o rettangolari, è ammessa l’immissione a 90°.
  • In casi eccezionali è concesso un allacciamento a 90° anche per diametri inferiori.
  • Con una pendenza sufficiente, l’allacciamento viene eseguito con una inclinazione di 30° fino sopra la sommità del pozzo o sopra il livello di rigurgito.
  • Il raccordo al collettore principale si effettua nella direzione dell’asse del tubo, esso è comunque da posizionare al di sopra del livello di deflusso per tempo secco.

Nei seguenti casi è preferibile l’allacciamento alla canalizzazione in un pozzetto (nuovo o esistente):

  • nelle regioni rurali
  • in falda freatica
  • in presenza di grandi quantità d’acqua (industrie, grandi edificazioni, ecc.)
  • in caso di inclinazione sfavorevole del pezzo di raccordo (per evitare i rischi di contropendenza)
  • in caso di allacciamento a collettori di diametro <300 mm

Nelle zone e perimetri di protezione della falda freatica è obbligatorio eseguire l’allacciamento in un pozzetto.
L’allacciamento al pozzetto dovrà essere effettuato sul fondo e nella direzione di deflusso.


PENDENZE E DIAMETRI

Le canalizzazioni devono essere rettilinee con pendenza regolare. La pendenza ideale per canalizzazioni per acque luride è situata tra 3% e 5%. Le pendenze minime sono le seguenti:

  • acque luride: 2%
  • acque meteoriche e chiare: 1%

Possono essere ammesse pendenze inferiori, se i valori fissati precedentemente dovessero causare delle difficoltà tecniche e spese sproporzionate.

Il diametro minimo delle canalizzazioni è il seguente:

  • acque luride: DN 118 mm per abitazioni monofamiliari, DN 150 mm per abitazioni plurifamiliari
  • acque meteoriche: DN 100 mm
  • acque di drenaggio: DN 125 mm

POSA

  • Le canalizzazioni devono essere avvolte in un bauletto di calcestruzzo B 25/15 CP 200 Kg/m3 secondo la norma SIA 190, profilo 4 (protezione durante i lavori di costruzione, sicurezza in caso di scavi futuri, garanzia in caso di lavaggio ad alta pressione, ecc.).
  • Le canalizzazioni devono essere posate al di sotto del limite del gelo. Generalmente le canalizzazioni sono da posare con una copertura di almeno 50 cm.
  • Se una canalizzazione viene posata parallelamente ad una condotta di acqua potabile deve essere mantenuta una distanza minima di 50 cm, sia orizzontalmente che verticalmente, ritenuto che la canalizzazione dev’essere posata alla quota inferiore.
  • Deroghe al precedente capoverso devono essere preventivamente autorizzate dal Laboratorio cantonale d’igiene (LCI).

POZZETTI DI ISPEZIONE

Pozzetti d’ispezione sono da predisporre nei seguenti casi:

  • sulla condotta d’evacuazione del sedime, prima dell’immissione nella canalizzazione pubblica
  • in corrispondenza di cambiamenti di pendenza, di direzione e di diametro
  • nei raccordi di condotte importanti

In funzione della profondità, i pozzetti devono avere i seguenti diametri minimi:

  • fino a 0.6 m: ø 600 mm
  • fino a 1.5 m: ø 800 mm
  • sopra 1.5 m: ø 1'000 mm

I pozzetti d’ispezione di profondità superiore a 1.20 m devono essere equipaggiati con una scala o scalini metal­li­ci resistenti alla corrosione.
Per evitare il deposito di fanghi, il fondo dei pozzetti deve essere modellato a forma di cunetta.
I pozzetti d’ispezione devono essere muniti di coperchi inodori con un diametro minimo 60 cm.


RIGURGITO

In caso di pericolo di rigurgito il Municipio o il Consorzio ne comunicherà al proprietario la relativa quota. È compito del proprietario attuare i necessari accorgimenti per evitare il verificarsi di questo fenomeno.


POMPE

Dove l’allacciamento alla canalizzazione pubblica non possa essere eseguito per gravità, il proprietario è tenuto ad installare un impianto di pompaggio ed adottare tutti accorgimenti per evitare un allagamento dei locali.

 
Visualizza la mappa
Permesso di abitabilità/agibilità
Ufficio tecnico
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 64

Sportello

Lunedì–Venerdì

10.30–12.00


DISPOSIZIONI

Si ricorda al proprietario, all'istante, al progettista o alla direzione lavori che prima di inoltrare la presente richiesta dovranno essere portati a termine i seguenti lavori:

  • tutti i nuovi parapetti, le ringhiere ed i corrimani, come pure le nuove rampe di scale, devono essere realizzati nel rispetto delle Norme SIA 358; devono altresì ottemperare alle medesime Norme, grazie ad opportuni provvedimenti anche i parapetti, le ringhiere, i corrimani e le rampe di scale esistenti situati all’interno o all’esterno dell’intervento edilizio;
  • esecuzione dell'arredo fisso servizi e cucina i quali dovranno essere finiti ed allacciati;
  • ascensore-montacarichi in funzione e collaudato;
  • spazi comuni terminati e pronti all'uso (scale, lavanderie, cantine, rifugio attrezzato, autorimessa, accessi veicolari e pedonali, ecc.);
  • spazi esterni terminati o eventualmente delimitati con recinzioni di cantiere.

PROCEDURA

La richiesta va inoltrata, tramite formulario, all'Ufficio tecnico.

 

Allegati da inoltrare

  • Certificato di collaudo antincendio ai sensi dell'art. 41 d LE, allestito e sottoscritto da un tecnico riconosciuto ai sensi dell'art. 44 h) RLE, che confermi che l'edificio e/o gli impianti sono stati realizzati secondo le prescrizioni antincendio vigenti;
  • 2 copie complete dei piani esecutivi, conformi all'esecuzione, in formato massimo A3 o in formato PDF (piante, sezioni, facciate con le relative quote) - copie per UTC e Controllo;
  • 2 copie del rilievo delle canalizzazioni (art. 16 Regolamento comunale delle canalizzazioni) e del relativo piano di smaltimento;
  • Certificato di collaudo tecnico dell'ascensore e montacarichi (art. 36 RLE);
  • Certificati dei vetri che fungono da parapetti (SIA 331 e Opuscolo tecnico UPI Ringhiere e Parapetti 2016);
  • Certificati di smaltimento di tutti i rifiuti prodotti dal cantiere. Vedi Raccomandazione SIA 430 relativa al "Concetto di smaltimento dei rifiuti di cantiere";
  • Autocertificazione da parte dell'Istante, della Direzione Lavori o del proprietario dell'avvenuta esecuzione dei lavori secondo le esigenze fissate dal RUEn e contenute negli allegati alla domanda di costruzione oggetto di licenza
  • Autocertificazione da parte dell'Istante o della Direzione Lavori dell'avvenuta esecuzione degli interventi realizzati secondo quanto previsto nella perizia fonica o nel rapporto dell'impatto ambientale;
  • 2 copie della planimetria ufficiale in scala 1:1000 con la posizione effettiva delle sonde geotermiche o dei pozzi di captazione realizzate, con le relative misure delle distanze dai confini;
  • Dati tecnici impianto di riscaldamento. Se l'impianto è a gas o ad olio, come prevede l'art. 13 dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (OIAt), si dovrà informare, entro tre mesi della messa in funzione dell'impianto di riscaldamento ad olio o gas, l’Ufficio tecnico comunale affinché si possa effettuare la prima misurazione ufficiale delle emissioni.
  • Certificato RaSi (comprensivo di spazi comuni)
  • Eventuale aggiornamento schemi e calcoli parametri edificatori (IS, IO, AV, posteggi).

AVVERTENZA

Il Municipio non potrà rilasciare l'abitabilità dei locali, fintanto che non saranno consegnati tutti documenti sopra indicati. In considerazione di quanto precede, attiriamo l'attenzione sulle responsabilità del proprietario conseguenti all'occupazione e all’utilizzo non autorizzato degli spazi privi di abitabilità (Regolamento sull'igiene del suolo e dell'abitato - Capitolo III Permessi di abitabilità art. 14).


BASE LEGALE

  • Art. 49 cpv. 2 della legge edilizia cantonale (LE) del 13 marzo 1991
  • Artt. 12, 13 e 14 del Regolamento sull’igiene del suolo e dell’abitato, del 14 ottobre 1958
  • Ordinanza municipale «Rilascio permessi di abitabilita e controllo conformità»
 
..
Edilizia pubblica
Edilizia pubblica
Ufficio tecnico
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 64

Sportello

Lunedì–Venerdì

10.30–12.00

La sezione Edilizia pubblica si occupa di tutti i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria degli stabili e delle infrastrutture pubbliche (scuole, edifici amministrativi e patrimoniali, parchi, giardini, strade, sentieri, impianti sportivi, ecc.) oltre a seguire i progetti di nuovi stabili o di importanti ristrutturazioni.


COMPETENZE

A questa sezione l'utenza può rivolgersi per:

  • Canalizzazioni
    informazioni per nuovi allacciamenti, rilievi allacciamenti esistenti, zone di protezione delle acque, idoneità o meno del terreno alla ricezione di acque meteoriche.
  • Strade
    informazioni sulla manutenzione, su eventuali lavori in corso e sul servizio invernale per le strade comunali.
  • Progetti
    informazioni su progetti di soprastruttura e sottostruttura in corso d'opera.

 

La sezione è responsabile per la gestione di:

  • Servizi esterni responsabili della pulizia delle rete viaria comunale e della manutenzione corrente delle aree pubbliche
  • Centro ricreativo di Collina d'Oro
  • Rete informatica, banca dati, portale Web e sviluppo del SIT (Sistema di informazione del territorio)
 
..
Geometra revisore
Geometra revisore
Bernasconi e Forrer
Ingegneria e misurazioni SA
Via Generale H. Guisan 16
6932 Breganzona
Visualizza la mappa
T. 091 960 17 50

Il geometra revisore ufficiale per il Comune di Collina d'Oro è lo studio Bernasconi e Forrer Ingegneria e misurazioni SA di Breganzona, al quale ci si può rivolgere per ottenere gli estratti planimetrici e la richiesta del controllo del tracciamento per le nuove costruzioni.


DEFINIZIONE MISURAZIONE UFFICIALE
Sono considerate misurazioni ufficiali, ai sensi dell'articolo 950 del Codice civile svizzero, le misurazioni catastali per l'impianto e la tenuta del Registro fondiario approvate dal Cantone e riconosciute dalla Confederazione (art. 1 cpv 1 OMU del 18.11.1992).


SCOPO
I dati della misurazione ufficiale sono geodati di riferimento utilizzati da autorità della Confederazione, dei Cantoni e dei Comuni nonché dall'economia, dalla scienza e da terzi per ottenere geoinformazioni (art. 1 cpv 2 OMU ).

 
Visualizza la mappa
Perito comunale
Perito comunale
Mirko Fasola
Perito comunale
T. 079 279 76 18
Carlos Monteiro
Sostituto Perito comunale
T. 076 560 43 80

Il perito comunale presta consulenza ed effettua constatazioni in loco (relative specialmente a danni e difetti di un bene locato), su incarico di locatori, conduttori e dell'Ufficio di conciliazione. Lo Stato ne assume i costi in quest'ultimo caso, mentre negli altri casi le spese dell'intervento del perito o del sostituto sono a carico della parte che ne ha fatto richiesta.

 

La funzione del perito comunale degli immobili locativi rientra esclusivamente nei rapporti di locazione, escludendo qualunque intervento che non sia indiretta connessione con la locazione in genere.
Come previsto dal Regolamento cantonale, nelle competenze del perito comunale non rientrano le valutazioni di inventari, le perizie estimative di immobili, le valutazioni di prestazioni o correspettivi estranei al rapporto locativo.

Il Municipio di Collina d'Oro ha incaricato Mirko Fasola di Montagnola alla funzione di perito comunale e Carlos Monteiro di Agra quale sostituto.


RETRIBUZIONE

La retribuzione del perito comunale è a carico dei richiedenti secondo i criteri stabiliti dal Municipio, applicando come base minima la tariffa fissata dal Consiglio di Stato.

 
Visualizza la mappa
Mappa catastale e Piano regolatore
Mappa catastale
Ufficio tecnico
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 64

Sportello

Lunedì–Venerdì

10.30–12.00

La mappa catastale, in forma digitale, è consultabile online.

Cliccando sul link, verrà visualizzata in una finestra separata dove è possibile elaborare una ricerca del fondo interessato.

 
..
Piano regolatore
Ufficio tecnico
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 64

Sportello

Lunedì–Venerdì

10.30–12.00

Il piano regolatore, in forma digitale interattiva, è in elaborazione.

Attualmente i piani PR aggiornati sono consultabili solo in forma PDF.


PIANI DELLE ZONE

I Piani in visione hanno solo una valenza a carattere informativa e non giuridica.


PIANO DEL TRAFFICO

I Piani in visione hanno solo una valenza a carattere informativa e non giuridica.


PIANO DEL PAESAGGIO


ZONA DI PIANIFICAZIONE
Zona di Pianificazione (PZ) per l'esclusione delle costruzioni a gradoni


NORME DI ATTUAZIONE DEL PIANO REGOLATORE (NAPR)

 
..
Incentivi energetici
Certificato energetico cantonale CECE Plus
Ufficio contabilità
Piazza Brocchi 2
6926 Montagnola
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 34

Sportello

Lunedì / Mercoledì / Giovedì / Venerdì

09.30–12.00 / 14.00–16.00
Martedì
16.00–18.00

Sportello energia
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 079 215 44 15

Il Certificato Energetico Cantonale degli Edifici® Plus (CECE® Plus) è un’analisi che consente da un lato di definire la qualità energetica di un edificio secondo delle classi di efficienza da A (molto efficiente) a G (poco efficiente), dall’altro di elaborare sino a tre possibili scenari di risanamento, corredati da una stima dei costi, del risparmio energetico ottenibile e degli incentivi disponibili. Gli scenari costituiscono un supporto concreto per il proprietario nella definizione degli interventi da realizzare.


BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’incentivo coloro che fanno elaborare un CECE® Plus da un esperto accreditato, per un edificio riscaldato realizzato prima del 2000 e ubicato sul territorio giurisdizionale del Comune di Collina d’Oro.


INCENTIVO
L’incentivo ammonta al 20% del costo dell’analisi (IVA inclusa), al netto di eventuali sconti e incentivi di terzi, fino a CHF 400.-.


PROCEDURA

La richiesta di incentivo va inoltrata, tramite formulario, all'Ufficio contabilità al più tardi entro sei mesi dalla conclusione dell’analisi. Fa stato la data di pubblicazione del rapporto di consulenza CECE® Plus.

 

Allegati da inoltrare

  • Copia del rapporto CECE® Plus
  • Fattura e prova dell’avvenuto pagamento

SPORTELLO ENERGIA
Per maggiori informazioni è possibile prendere appuntamento per una consulenza allo Sportello energia.

BASI LEGALI

Per ulteriori informazioni e le disposizioni complete, consultare l'Ordinanza municipale e il Regolamento.

 
..
Edificio nuovo Minergie-A/-P/-ECO
Ufficio contabilità
Piazza Brocchi 2
6926 Montagnola
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 34

Sportello

Lunedì / Mercoledì / Giovedì / Venerdì

09.30–12.00 / 14.00–16.00
Martedì
16.00–18.00

Sportello energia
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 079 215 44 15

Minergie è uno standard di costruzione svizzero per edifici caratterizzati da un elevato comfort interno e da un basso fabbisogno energetico. Ciò è possibile grazie a un involucro della costruzione di alta qualità e a un sistematico ricambio dell'aria, garantito da un impianto di aerazione controllata. I nuovi edifici Minergie sono inoltre dotati di un impianto fotovoltaico e riscaldati con energia rinnovabile, un ulteriore importante contributo alla tutela dell’ambiente.


BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’incentivo coloro che costruiscono nuovi edifici certificati Minergie-A o Minergie-P o Minergie-ECO ubicati sul territorio giurisdizionale del Comune di Collina d’Oro, quando gli interventi godono dell’incentivo cantonale per “Nuovi edifici con standard Minergie-P o Minergie-A”.


INCENTIVO

  • Incentivo forfettario di CHF 500.-
  • Per il complemento “Minergie-ECO” è concesso un ulteriore bonus forfettario di CHF 500.-

PROCEDURA

La richiesta di incentivo va inoltrata, tramite formulario, all'Ufficio contabilità al più tardi entro sei mesi dalla ricezione della conferma di versamento dell’incentivo cantonale.

 

Allegati da inoltrare

  • Copia della decisione di versamento dell’incentivo emanata dall’ente cantonale competente
  • Fattura della tassa di certificazione emanata dall’agenzia Minergie

SPORTELLO ENERGIA
Per maggiori informazioni è possibile prendere appuntamento per una consulenza allo Sportello energia.

BASI LEGALI

Per ulteriori informazioni e le disposizioni complete, consultare l'Ordinanza municipale e il Regolamento.

 
..
Installazione impianto solare fotovoltaico
Ufficio contabilità
Piazza Brocchi 2
6926 Montagnola
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 34

Sportello

Lunedì / Mercoledì / Giovedì / Venerdì

09.30–12.00 / 14.00–16.00
Martedì
16.00–18.00

Sportello energia
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 079 215 44 15

Gli impianti solari fotovoltaici sfruttano l’energia solare per produrre elettricità e nelle zone urbane sono di regola allacciati alla rete elettrica pubblica. La tecnologia del fotovoltaico permette di fare “autoconsumo”, ossia di utilizzare simultaneamente nell’edificio l’elettricità solare prodotta sul posto.


BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’incentivo coloro che realizzano nuovi impianti solari fotovoltaici con una potenza da 2 a 30 kWp e allacciati alla rete su edifici nuovi o esistenti ubicati sul territorio giurisdizionale del Comune di Collina d’Oro, quando l’intervento gode del “Contributo unico” cantonale.


INCENTIVO

L’incentivo ammonta al 50% del contributo unico cantonale definitivo, fino a CHF 2’000.- per impianto.


PROCEDURA

La richiesta di incentivo va inoltrata, tramite formulario, all'Ufficio contabilità al più tardi entro sei mesi dalla ricezione della conferma di versamento dell’incentivo cantonale.

 

Allegati da inoltrare

  • Copia della decisione di versamento dell’incentivo emanata dall’ente cantonale competente

SPORTELLO ENERGIA
Per maggiori informazioni è possibile prendere appuntamento per una consulenza allo Sportello energia.

BASI LEGALI

Per ulteriori informazioni e le disposizioni complete, consultare l'Ordinanza municipale e il Regolamento.

 
..
Installazione impianto solare termico
Ufficio contabilità
Piazza Brocchi 2
6926 Montagnola
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 34

Sportello

Lunedì / Mercoledì / Giovedì / Venerdì

09.30–12.00 / 14.00–16.00
Martedì
16.00–18.00

Sportello energia
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 079 215 44 15

Gli impianti solari termici sfruttano l’energia solare per produrre calore e possono essere combinati con qualsiasi altro sistema di produzione di calore (ad es. caldaia a olio combustibile). Gli impianti solari termici possono essere impiegati per la produzione dell'acqua calda sanitaria e/o come supporto all’impianto di riscaldamento.


BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’incentivo coloro che realizzano nuovi impianti solari termici su edifici esistenti ubicati sul territorio giurisdizionale del Comune di Collina d’Oro, quando l’intervento gode dell’incentivo cantonale per “Impianti solari termici”.


INCENTIVO

50% dell'incentivo cantonale, fino a CHF 1’000.- per impianto.


PROCEDURA

La richiesta di incentivo va inoltrata, tramite formulario, all'Ufficio contabilità al più tardi entro sei mesi dalla ricezione della conferma di versamento dell’incentivo cantonale.

 

Allegati da inoltrare

  • Copia della decisione di versamento dell’incentivo emanata dall’ente cantonale competente

SPORTELLO ENERGIA
Per maggiori informazioni è possibile prendere appuntamento per una consulenza allo Sportello energia.

BASI LEGALI

Per ulteriori informazioni e le disposizioni complete, consultare l'Ordinanza municipale e il Regolamento.

 
..
Risanamento energetico edificio esistente
Ufficio contabilità
Piazza Brocchi 2
6926 Montagnola
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 34

Sportello

Lunedì / Mercoledì / Giovedì / Venerdì

09.30–12.00 / 14.00–16.00
Martedì
16.00–18.00

Sportello energia
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 079 215 44 15

In Svizzera, più del 40% del consumo energetico e delle emissioni di CO2 è imputabile al settore degli edifici e circa 1,5 milioni di immobili necessitano di un risanamento energetico urgente. Malgrado questo, il tasso annuo di rinnovamento degli immobili esistenti si attesta solo a circa l’1%. Risanando il proprio edificio si guadagna in termini di comfort termico interno, si riducono i costi dell’energia e si mantiene o addirittura aumenta il valore del proprio immobile.


BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’incentivo coloro che realizzano interventi di risanamento energetico su edifici esistenti riscaldati, realizzati prima del 2000 e ubicati sul territorio giurisdizionale del Comune di Collina d’Oro, quando gli interventi godono dell’incentivo cantonale per il “Risanamento Base” e per “Edifici certificati”.


INCENTIVO

Per edifici con destinazione d’uso prevalentemente residenziale:

  • 50% dell’incentivo cantonale per il “Risanamento Base”, fino a CHF 3'000.-
  • 30% del bonus cantonale per “Edifici certificati”, fino a CHF 2'000.-

Per edifici con destinazione d’uso prevalentemente industriale e/o commerciale e/o amministrativa:

  • 20% dell’incentivo cantonale per il “Risanamento Base”, fino a CHF 3'000.-
  • 10% del bonus cantonale per “Edifici certificati”, fino a CHF 2'000.-

PROCEDURA

La richiesta va inoltrata, tramite formulario, all'Ufficio contabilità al più tardi entro sei mesi dalla ricezione della conferma di versamento dell’incentivo cantonale.


Allegati da inoltrare

  • Copia della decisione di versamento dell’incentivo emanata dall’ente cantonale competente

SPORTELLO ENERGIA
Per maggiori informazioni è possibile prendere appuntamento per una consulenza allo Sportello energia.

BASI LEGALI

Per ulteriori informazioni e le disposizioni complete, consultare l'Ordinanza municipale e il Regolamento.

 
..
Sostituzione impianto a nafta o elettrico
Ufficio contabilità
Piazza Brocchi 2
6926 Montagnola
Visualizza la mappa
T. 091 986 46 34

Sportello

Lunedì / Mercoledì / Giovedì / Venerdì

09.30–12.00 / 14.00–16.00
Martedì
16.00–18.00

Sportello energia
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 079 215 44 15

L’olio combustibile (o nafta) ha un elevato impatto ambientale dal profilo delle emissioni di gas serra, maggiore di quello del gas naturale e di tutti gli altri combustibili nonché, naturalmente, di tutte le energie alterative rinnovabili. Dal 2008 la legge vieta inoltre l‘installazione di nuovi riscaldamenti fissi a resistenza elettrica a scopo di riscaldamento, o la loro sostituzione. L’installazione di sistemi elettrici diretti per il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria per le abitazioni è invece autorizzata solo a determinate condizioni.


BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’incentivo coloro che sostituiscono impianti di riscaldamento alimentati a olio combustibile o elettrici diretti a uso principale con una pompa di calore o allacciandosi a una rete di teleriscaldamento, in edifici esistenti ubicati sul territorio giurisdizionale del Comune di Collina d’Oro e quando gli interventi godono dell’incentivo cantonale per la “Conversione di impianti di riscaldamento elettrici diretti o alimentati con olio combustibile”.


INCENTIVO

  • 50% dell'incentivo cantonale, fino a CHF 2’000.- per impianto.
  • In caso di installazione di un sistema idraulico per la distribuzione del calore all’interno dell’edificio per cui è stato concesso il bonus cantonale, è concesso un ulteriore incentivo pari al 50% del bonus cantonale, fino a CHF 2'000.-.

PROCEDURA

La richiesta di incentivo va inoltrata, tramite formulario, all'Ufficio contabilità al più tardi entro sei mesi dalla ricezione della conferma di versamento dell’incentivo cantonale.

 

Allegati da inoltrare

  • Copia della decisione di versamento dell’incentivo emanata dall’ente cantonale competente

SPORTELLO ENERGIA
Per maggiori informazioni è possibile prendere appuntamento per una consulenza allo Sportello energia.

BASI LEGALI

Per ulteriori informazioni e le disposizioni complete, consultare l'Ordinanza municipale e il Regolamento.

 
..
Sportello energia
Sportello energia
Via Chioso 1
6925 Gentilino
Visualizza la mappa
T. 079 215 44 15

Lo Sportello energia è un servizio gratuito di prima consulenza che offre informazioni neutrali e competenti su questioni relative a efficienza energetica, impiego delle energie rinnovabili, mobilità, norme in vigore, liste di professionisti, incentivi a disposizione a livello cantonale e federale e altro ancora.


DESTINATARI

Il servizio si rivolge ai domiciliati, ai proprietari di immobili e alle aziende, ubicati sul territorio comunale.


APPUNTAMENTO

  • Lo sportello riceve solo su appuntamento. Per riservazioni chiamare lo 079 215 44 15 o inviare un'e-mail a sportelloenergia@collinadoro.com (utilizzare solo questo numero di telefono e indirizzo, non altri recapiti).
  • Indicare la data e l’orario desiderati, nome e cognome, recapito telefonico, i temi che si desidera discutere nell’ambito della consulenza e il numero di mappale dello stabile oggetto della richiesta.
  • Una volta riservata la con­su­­lenza (e ricevuta la conferma), recarsi allo Sportello energia nella data stabilita, con tutte le informazioni utili alla valu­tazione del vostro caso (ad es. piani dell’edificio). Per la durata di un’ora un esperto sarà a vostra disposizione per rispondere a tutte le vostre domande.

DATE

Lo Sportello energia è situato nella sede di Villa Lucchini a Gentilino; ed è aperto un giorno al mese (di mercoledì), dalle 14.00 alle 18.00 (4 consulenze di un’ora ciascuna).

I prossimi appuntamenti:

 
..
Formulari
FM 35 03
13.12.18
spaziatore
..
spaziatore
Pubblicazioni
spaziatore

Formulari compilabili elettronicamente.

spaziatore

Comune
di Collina d’Oro

Amministrazione
sede di Gentilino
Via Chioso 1 · Gentilino
T. 091 986 46 56
e-mail

Lu · Ma · Gio · Ve

10.30-12.00 · 15.00-16.00
Me
10.30-12.00 · 16.00-18.00

Amministrazione
sede di Montagnola
Piazza Brocchi 2 · Montagnola
T. 091 986 46 46
e-mail

Lu · Me · Gio · Ve

09.30-12.00 · 14.00-16.00
Ma
16.00-18.00

Polizia
sportello
Via Chioso 1 · Gentilino
T. 091 986 46 58
e-mail

Lu · Ma · Gio · Ve

10.30-12.00 · 15.00-16.00
Me
10.30-12.00 · 16.00-18.00

Ufficio tecnico
Ufficio acqua potabile
Via Chioso 1 · Gentilino
T. 091 986 46 64
e-mail

Lu · Ma · Me · Gio · Ve

10.30-12.00

Vai al login Contenuti  |  Realizzazione  |  Pagina aggiornata il 07.06.2019